Dalle origini all'età orientalizzante

IX - VII secolo a.C.

Le indagini sulla geologia, sull’idrografia e sulla geomorfologia hanno restituito il paesaggio anteriore all’urbanizzazione di questo vasto comparto, caratterizzato da una valle più stretta dell’attuale e da ripidi e scoscesi declivi collinari, percorsi da NW verso SW dal Rivo Labicano, il Nodinum delle fonti letterarie, diretto alla vallis Murcia e di qui al Tevere, e da ruscelli stagionali che scendevano dalla Velia e dal Palatino, catturati a valle dal Rivo. Lungo di essi occorre immaginare i più antichi tracciati viari che costituivano i collegamenti di fondovalle; sulle colline gli insediamenti.

In relazione alle aree indagate spettano a questo ampio arco di tempo che si conclude alla fine del VII/inizi VI secolo a.C.:

  1.  materiali ceramici sporadici a partire dall’età eneolitica, (III millennio a.C.);
  2.  capanne della fine dell’età del Ferro: (seconda metà IX- prima metà VIII secolo a.C.);
  3. solidi battuti in terra (fine VIII secolo a.C.), delle due strade dirette rispettivamente dal Circo Massimo all’Esquilino (vicus Fabrici?), e dalla valle che sarà del Colosseo al Foro romano (vicus Curiarum?); sul loro incrocio sorgerà secoli dopo la Meta Sudans; lungo il loro percorso si svolgeranno le principali cerimonie civili e religiose  della città;
  4. tracce indirette di un santuario collocato sulla pendice meridionale della Velia, desunte dai più antichi materiali votivi (seconda metà VIII secolo a.C.), rinvenuti all’interno delle teche/pozzi di età arcaica (vd. oltre, Periodo 2, età arcaica e protorepubblicana); il nome della divinità titolare resta sconosciuto;
  5. argine lungo il ruscello che scende a valle dal Palatino (fine VII-inizi VI secolo a.C.);
  6. resti di un secondo santuario (muro in parte in pietra, tetto in tegole) situato sull’angolo nord-orientale del Palatino (fine del VII-inizi VI secolo a.C.), identificato in via di ipotesi con le Curiae Veteresmenzionate dalle fonti  come terzo vertice del pomerio di Romolo (il limite sacro della città).

Foto: Palatino NE, Area IVresti di capanna di età protostorica.

 

 

continua

 

 

 

Share/Save
X